Le voci della Povertà


Testimoni da tutto il mondo raccontano il significato della povertà e immaginano cosa potrebbe significare per loro un futuro senza di essa.

Autore: 
Autore: Eine Production GIZonlineTV
Testo Video Html: 

Sottotitoli:
Credo che la povertà non dipende
direttamente dalla mancanza di denaro,
ma dalle conseguenze che questa mancanza di denaro può provocare.
Per esempio, se una persona ha talento,
è specializzato in qualche ambito ed ha un grande potenziale,
ma le sue disponibilità economiche sono limitate,
sarà ostacolata nella realizzazione del suo progetto.
E' una limitazione che influisce negativamente nella sua vita
e in quello che potrebbe offrire.
La stessa cosa accade se,
una qualunque persona di talento,
ha delle grandi potenzialità,
ad esempio a giocare in un determinato sport,
ma non ha i soldi
per l'iscrizione al club sportivo.
Senza risorse umane, senza educazione, senza formazione.
molti cambogiani sono analfabeti.
Anche se il governo e le ONG tentano di aiutarli,
offrendo beni materiali e un po' di denaro,
beneficiano solo di aiuti a breve termine.
Ecco perché abbiamo bisogno di formare delle risorse umane,
per garantire uno sviluppo a lungo termine.
Io sono un giovane che rappresenta l'ultima generazione
che vuole porre fine alla povertà nel mio paese,
che desidera la partecipazione di più organizzazioni non governative,
di un governo locale forte e di tutti i responsabili delle comunità,
per sradicare la povertà dalla Cambogia.
Per smettere di vivere nella povertà
ho bisogno di un sostegno economico.
Se non fossi stata povera,
avrei assicurato una vita migliore a me e ai miei bambini.
Se tutti avessimo un lavoro
e un governo che ci sostiene,
potremmo stare bene e vivere in condizioni migliori.
Il mio primo desiderio è la pace,
non solo nel nostro paese, ma in tutto il mondo.
Il mio secondo desiderio è che ci fosse più lavoro,
per dare la possibilità a più persone di lavorare
e contribuire allo sviluppo del nostro paese.
Questi sono i miei unici desideri.
Oggi l'agricoltura si sta sviluppando,
le terre sono state distribuite tra la popolazione,
e almeno questo è un segno del progresso
e permette alle persone di vedere i risultati del proprio lavoro.
Il mio nome è Orzu, che significa Sogno.
Il mio sogno è che tutte le persone nel mondo, e non solo del Tajikistan,
possano vivere nel proprio paese senza la povertà.
Tutti noi abbiamo una sola vita,
e ciascuno ha il diritto
di vivere una vita dignitosa e di essere felice.
Se io non fossi povera, i miei figli andrebbero a scuola
senza dovermi aiutare tutto il giorno al mercato.
E io stessa non lavorerei 16 ore al giorno,
e potrei passare più tempo con la mia famiglia.